Cont.ws, 3 ottobre 2015 (trad. ossin)
 
 
Le trovatine della CIA
Basile Terkin
 
 
E’ moderno, appena uscito, è bello, è americano, è un nuovo concetto creato dalle teste d’uovo del Pentagono: i Terroristi Moderati. Spiegazioni…
 
 
Tutte le più recenti dichiarazioni ufficiali dei politici occidentali possono così riassumersi: “Se ci sono dei terroristi che non si chiamano Stato Islamico, possono continuare pure ad agire e a tagliare teste. Perché sono Terroristi Moderati”.
 
Quando ho letto la posizione ufficiale di Washington, personalmente mi sono commosso. Il concetto stesso di Terrorista Moderato ha toccato le corde profonde del mio cuore innocente. Da un lato, gli Stati Uniti affermano che la Russia bombarda l’opposizione moderata. Dall’altra, c’è sempre qualche cosa che si innesca ed esplode nelle istallazioni di questa opposizione pacifica. Si tratta senz’altro dei depositi sotterranei dell’opposizione pacifica bombardata dall’aeronautica militare russa, che riduce in briciole i mucchi di doni pacifici distribuiti con larghezza dalla CIA all’opposizione pacifica.
 
Nello stesso tempo, Washington non nasconde affatto che la CIA finanzia, addestra ed equipaggia l’opposizione pacifica siriana. Se capisco bene le dichiarazioni ufficiali di Washington, l’opposizione pacifica in Siria, con l’aiuto della CIA; si muta costantemente in terroristi armati, i Moderati. Una opposizione moderata è una opposizione pacifica, e un’opposizione pacifica è un’opposizione che non è armata. Opposizione è un’espressione politica. Un uomo con un’arma in mano non può essere un oppositore. Può essere un militante armato che combatte insieme all’opposizione. Ma non può essere l’opposizione, indipendentemente dal suo punto di vista e dalle sua convinzioni politiche. Diventa opposizione solo quando depone le armi e comincia a sostenere le proprie convinzioni politiche con la politica e non con mezzi militari.
 
Ma ciò non toglie che non stiamo parlando di terroristi ordinari, ma dei Terroristi Buoni, i Terroristi Moderati armati e addestrati dalla CIA, con il preciso scopo di rovesciare l’autorità legittima di un altro Stato sovrano. Questo cambia completamente il merito della questione!
 
Avendo compreso tutto questo, stavo per scoppiare in lacrime nell’apprendere che da qualche parte, in Siria, l’aviazione militare russa sgancia bombe, non su dei terroristi, come sarebbe naturale, ma su dei Terroristi Moderati formati dalla CIA ! Con il senso di compiere un dovere civico, ho subito telefonato. E non a uno qualsiasi, ma direttamente allo Stato Maggiore del Ministero della Difesa della Federazione russa. Mi ha risposta una giovane donna, cui ho chiesto senza mezzi termini:
 
“Perché avete bombardato i terroristi in Siria? Sono Terroristi Moderati: la CIA li ha armati e addestrati ?!? Non decapitano né bruciano i prigionieri vivi solo per divertimento. Non fanno altro che adempiere al compito che è stato loro assegnato dalla CIA. Essi eseguono con grande coscienza e in modo molto moderato tutti gli ordini che ricevono dalla CIA per rovesciare l’autorità legittima in Siria. E solo per questo, voi li bombardate?”
 
La ragazza mi ha passato l’ufficiale di servizio, che ha spiegato molto cortesemente:
 
“Già prima dell’operazione militare in Siria, lo Stato Maggiore del Ministero della Difesa ha assunto una decisione responsabile. Il senso ultimo di essa sta nella nostra tradizionale posizione russa di volerci conformare strettamente ai principi di legalità e giustizia. Così adesso tutte le nostre munizioni sono suddivise in due categorie: normali e moderate. Contro i terroristi ordinari, noi impieghiamo unicamente delle munizioni convenzionali. Contro i terroristi moderati, utilizziamo solo munizioni moderate. Dunque non si preoccupai, noi prendiamo in considerazione la natura moderata di alcuni terroristi, e li trattiamo con giustizia”.
 
Sentendo queste parole, mi sono sentito sollevato. Ma ho ancora chiesto: “Contro i terroristi moderati, usate solo munizioni moderate? E’ proprio così?”
 
L’altro ha risposto: “Parola d’onore!”
 
Mi sono sentito molto meglio. Ma per chiarire definitivamente la questione ho ancora domandato: “Mi dica, in che cosa le munizioni convenzionali differiscono da quelle moderate?”
 
“Le nostre munizioni convenzionali differiscono da quelle moderate nello stesso esatto modo in cui i terroristi normali differiscono da quelli moderati: Sono dipinti con un colore diverso, di un tono più chiaro e moderato”, mi ha risposto l’ufficiale prima di chiudere il telefono.
 

 

Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2020