Democracy Now, 10 gennaio 2018 (trad.ossin)
 
Netanyahu è il vero volto di Israele
Intervista di Amy Goodman a Norman Finkelstein
 
Norman G. Finkelstein è uno storico e politologo statunitense, figlio di sopravvissuti ebrei del ghetto di Varsavia, e poi del campo di sterminio di Auschwitz. La sua opera più nota è  «L'industria dell'Olocausto», una denuncia della strumentalizzazione della Shoah a fini politici (per sostenere la politica israeliana) o mercantili (ottenere indennizzi finanziari da parte della Germania e della Svizzera)
 
Un altro stralcio di questa conversazione compare in:  L'aiuto USA ai Palestinesi costa meno di uno yacht saudita
 
 

Norman Finkelstein Netanyahou est le vrai visage d'Israël from 7asan saleh on Vimeo.

 
Trascrizione :
 
[…] Amy Goodman : Volevo farle una domanda su Benjamin Netanyahu e sulle inchieste per corruzione che lo vedono indagato. Certo, Benjamin Netanyahu ha parlato recentemente dei suoi rapporti molto stretti con i Kushner, del fatto che ha dormito nella stanza di Jared Kushner quando è andato negli Stati Uniti, quando era ancora un ragazzo. Il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu si trova anche esposto in una polemica interna, dopo che un’emittente televisiva israeliana ha trasmesso una intercettazione di suo figlio davanti a un club di striptease nel 2015. Nella conversazione intercettata, si sente Yair Netanyahu parlare di prostitute, e chiedere soldi al figlio di un magnate del gas israeliano. Yair fa capire che suo padre, il Primo Ministro Netanyahu, si è speso per far passare un accordo da 20 miliardi di dollari a vantaggio dell’uomo d’affari, dicendo : « Mio padre ha arrangiato un deal di 20 miliardi di dollari per voi e voi non potete trovarmi 400 sheqel (97 euro) ? », e questo, in un momento in cui il Primo Ministro Netanyahu è indagato in varie inchieste per corruzione.
 
Anche a settembre, Yair Netanyahu aveva suscitato polemiche pubblicando una caricatura antisemita su Facebook. Alcuni suprematisti bianchi, compreso l’ex capo del Ku Klux Klan David Duke, si sono felicitati con Yair Netanyahu per avere postato una immagine che rappresentava l’investitore miliardario George Soros in cima ad una catena alimentare, mentre sventola il mondo davanti a un rettile e davanti all’ex Primo Ministro Ehud Barak, un critico frequente di suo padre, Benjamin Netanyahu. Poi David Duke ha espresso apprezzamento su Twitter. E’ una storia stupefacente, riportata da Slate e altri media.
 
Ci può dire che cosa sta succedendo? Le inchieste per corruzione sono un pericolo per Netanyahu ? E cosa ci dice del figlio ?
 
La vignetta contro G. Soros postata da Yair Netanyahu
 
Norman Finkelstein : Ebbene, tratterò brevemente l’ultimo punto e poi andrò al nocciolo della questione – a quello che mi sembra il nocciolo della questione che mi pone. La relazione tra suo figlio e Netanyahu, tra Yair [Netanyahu] e suo padre, Benjamin Netanyahu, è molto simile a quella tra Jared Kushner e Donald Trump. Sono individui privilegiati, bambini viziati e notevolmente insignificanti.
 
Ma la domanda che mi ha rivolto sulla corruzione in generale è interessante. Lei è più giovane di me, ma può risalire abbastanza lontano (nella sua memoria) per ricordare che, quando eravamo giovani, Israele era molto austera. Era un posto semplice e relativamente « onesto ». E’ questa l’immagine di Israele che resta nella mente di molti ebrei statunitensi che hanno, diciamo, più di 50 anni. E dunque all’epoca, se si prenda ad esempio, negli anni 1970, Yitzhak Rabin, che era Primo Ministro, ha dovuto lasciare il suo posto. E’ stato costretto a dimettersi perché sua moglie aveva aperto un conto bancario – un semplice conto bancario – negli Stati Uniti. E pare che non ci fossero nemmeno soldi su quel conto, se ricordo bene. Ma adesso, sarebbe solo uno scandalo dopo un altro scandalo, dopo un altro scandalo, dopo un altro scandalo. E quello che è importante, è che tutto questo non tocca seriamente la posizione di Benjamin Netanyahu. Nonostante una successione di scandali, è rimasto al potere per un periodo notevolmente lungo.
 
La questione è quindi : perché ? E io penso che la risposta sia questa : perché, che ci piaccia o meno, Benjamin Netanyahu è il vero volto di Israele. E’ un individuo ignobile, un chiacchierone, un razzista, un suprematista ebraico. Proprio come adesso è tutta la popolazione. Adesso. Non dico che sia nel loro DNA, non dico che è genetico. Ma lo Stato di Israele è degenerato in qualcosa di davvero deplorevole. Ed è…
 
Amy Goodman : Aspetti, non è chiaramente il caso di tutta la popolazione. Ci sono molti critici. C’è un movimento pacifista.
 
Norman Finkelstein : Eh, non direi… Guardi, Amy, io davvero vorrei che fosse così. Vorrei proprio che fosse come dice lei. Ma se rivolge questa domanda direttamente ai critici, se rivolge questa domanda a un Gideon Levy, a una Amira Hass, a…
 
Amy Goodman : Che scrivono per Haaretz.
 
Norman Finkelstein : Sì, se rivolge la domanda a B’Tselem, a…
 
Amy Goodman : Il gruppo di difesa dei diritti umani.
 
Norman Finkelstein : Sì. (Se rivolge questa domanda a) "Breaking the silence" (Rompete il silenzio), il gruppo di soldati, le diranno che non rappresentano nessuno. Le diranno che non rappresentano più nessuno. C’è stato un tempo in cui rappresentavano almeno una parte della vita israeliana. Ma non è più così. E il fatto che Benjamin Netanyahu resti al potere nonostante la successione degli scandali, mostra fino a qual punto questa società è degenerata.
 
MI sembra sia stato Gideon Levy, il cronista, che ha scritto un intervento l’altro giorno che ho trovato interessantissimo. Ha detto: gli Israeliani vedono un tipo su una sedia a rotelle – ha perso entrambe le gambe - a Gaza. Sventola una bandiera. Gli sparano giusto tra i due occhi. Un tiratore d’élite. Tutti lo hanno visto in un video. Levy dice che nessun Israeliano se ne è preoccupato. Poi è stato ucciso un altro bambino. In questo caso, il secondo caso, è stato ammazzato un bambino. Poi una terza persona è stata ammazzata. Tutti se ne fregano. Ma c’è una cosa che indigna gli Israeliani: la ragazza, Ahed Tamimi, ha schiaffeggiato un soldato israeliano. Questo ha suscitato una reazione isterica. Come? Un Palestinese osa schiaffeggiare un soldato israeliano? Ma le atrocità quotidiane…
 
Amy Goodman : Ricordiamo che ha schiaffeggiato il soldato dopo che suo cugino di 14 anni era stato colpito da una fucilata al volto sparata a distanza ravvicinata da soldati israeliani, ed era appena uscito dal coma.
 
Norman Finkelstein : E vivere sotto l’ occupazione, vivere tra il saccheggio, la devastazione della vostra casa, dei vostri quartieri, i soldati che non vi danno tregua, vi tiranneggiano, vi intimidiscono, vi minacciano. Ma l’unico problema che assilla Israele è: Come osa questa ragazza schiaffeggiare al viso un soldato? Quanto ai (Palestinesi) uccisi, non hanno alcuna importanza. […]
 
 
 
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2018