ProfileAnalisi, 17 marzo 2018 - La “verità” decretata dal governo sul caso Skripal contiene molte discrepanze. La connessione del caso alla Russia è molto più debole di quanto lascino intendere le affermazioni della propaganda (nella foto, Sergei Skripal)  

 

Moon of Alabama, 16 marzo 2018 (trad.ossin)
 
L’avvelenamento dell’agente russo in Gran Bretagna e i preparativi di guerra
Moon of Alabama
 
L'incidente di Skripal è adesso, per caso o premeditatamente, parte di una campagna molto più ampia per ristabilire la superiorità "occidentale" sull’ "est". La Russia, che ha messo fine alla momentanea unilaterale supremazia nucleare statunitense, ne è attualmente l'obiettivo principale. La situazione è estremamente pericolosa dal momento che qualsiasi ulteriore escalation, in Medio Oriente, in Ucraina o altrove,  potrebbe scatenare una guerra tra le potenze nucleari
 
L'agente doppiogiochista russo Sergej Skripal
 
La “verità” decretata dal governo sul caso Skripal contiene molte discrepanze. La connessione del caso alla Russia è molto più debole di quanto lascino intendere le affermazioni della propaganda. Ma dubbi e dissensi su questo argomento non possono essere manifestati.
 
La risposta politica all'incidente che ha interessato il doppiogiochista agente russo-britannico Sergej Skripal e sua figlia è cominciata in sordina. Domenica 4 marzo, Skripal e sua figlia sono stati trovati svenuti su una panchina pubblica a Salisbury, in Inghilterra. La polizia locale e i servizi di emergenza si sono presi cura di loro.
 
Solo l'8 marzo il caso ha cominciato a suscitare interesse. La BBC ha detto:
 
Parlando alla Camera dei Comuni, la ministra dell’Interno [Rudd] ha dichiarato che l'attacco è stato "un tentato omicidio perpetrato nel modo più crudele e pubblico".
...
Non ha voluto formulare ipotesi sulla possibilità che lo Stato russo sia coinvolto nell'attacco, dicendo che l'indagine della polizia doveva basarsi sui "fatti, non sulle  voci".
 
Oltre a Skripal e a sua figlia, anche un poliziotto è rimasto colpito:
 
Un ufficiale di polizia, sottoposto a terapia intensiva, ora è "stabile e cosciente", ha detto il capo della polizia del Wiltshire.
 
Non è chiaro come l'ufficiale sia stato contaminato dal presunto veleno. Alcuni rapporti dicono che è avvenuto a casa di Skripal, altri parlano della panchina sulla quale sono stati trovati gli Skripal.
 
Ma un medico e altri che hanno somministrato i primi soccorsi non sono stati affatto colpiti:
 
Nel frattempo un medico, che è stato uno dei primi a giungere sulla scena, ha raccontato come ha trovato la signora Skripal accasciata svenuta su una panchina, vomitando e tutto il resto. Aveva anche perso il controllo delle sue funzioni corporee.
 
La donna, che ha chiesto di non essere nominata, ha detto alla BBC di avere spostato la signora Skripal nella posizione in cui è stata poi recuperata e di avere aperto le sue vie respiratorie, mentre altri si occupavano del padre.
 
Ha detto che l'ha trattata per quasi 30 minuti, dicendo che non c'era alcun segno di alcun agente chimico sulla faccia o sul corpo della signora Skripal.
 
La dottoressa ha detto di essere preoccupata per la possibilità di essere stata contaminata dall'agente nervino, ma ha aggiunto che "si sente bene".
 
Questo sembra escludere l’ipotesi di un veleno altamente tossico o di una sostanza che viene assorbita attraverso la pelle. Ma, allora, come è stato colpito l'ufficiale di polizia?
 
Il Salisbury Journal ha scritto il 5 marzo:
 
I servizi di emergenza intervenuti sospettano che la sostanza possa essere un potente farmaco chiamato fentanil, ...
 
Nel novembre 2017 il Salisbury Journal ha supposto trattarsi di un caso di overdose di eroina e carfentanil non correlati. (Carfentanil è un forte analogo del fentanil). I servizi di emergenza locali conoscono sicuramente tali farmaci.
 
Sappiamo che gli Skripal sono ancora in vita. Non sono stati pubblicati dettagli sul presunto veleno e nessun bollettino medico sul loro stato attuale.
 
Dopo un avvio lento, il governo britannico adesso ha imbastito una clamorosa sceneggiata, coinvolgendo l'esercito e impegnando molte persone che sono state dotate di un equipaggiamento di protezione chiaramente inutile.
 
            La sceneggiata degli interventi di uomini provvisti di sistemi di protezione del tutto inutili
 
Ha anche messo in giro molte voci. Il 9 marzo si è detto che il veleno probabilmente proveniva dall'interno della casa del signor Skripal. Tre giorni fa si è detto che era stato spalmato sulla maniglia dell’auto di Skripal, oggi si ritiene sia uscito dalla valigia della figlia di Skripal. Tutte queste affermazioni sono basate su confidenze provenienti da fonti ufficiali anonime. È probabile che nessuna di esse sia vera.
 
Oggi, dodici giorni dopo l'incidente, non si sa ancora quale sostanza chimica sia esattamente il presunto veleno e dove e come sia stato somministrato.
 
L'ex ambasciatore britannico Craig Murray riferisce che il laboratorio britannico di armi chimiche a Porton Down, a sole 8 miglia da dove è avvenuto l'incidente, non è sicuro di quale sostanza (se esiste) sia stata effettivamente utilizzata:
 
Ho ricevuto adesso conferma da una fonte affidabile di FCO che gli scienziati di Porton Down non sono in grado di identificare il gas nervino come di fabbricazione russa e sono risentiti per la pressione esercitata su di loro perché ne avallassero la provenienza russa. Alla fine Porton Down ha accettato la formula prudente: "di un tipo sviluppato dalla Russia", e ciò dopo un incontro piuttosto difficile in cui questa è stata concordata come una formula di compromesso.
 
Incolpare la Russia per l'uso di un veleno "di un tipo sviluppato dalla Russia" (cioè l'Unione Sovietica) è come dare alla Germania la colpa di tutti gli attuali eroinomani, in quanto la società Deutsche Reich Bayer ha sviluppato una produzione massiccia di eroina come sedativo per la tosse.
 
Nel suo discorso di "45 minuti", il 12 marzo, Theresa May ha usato questa formula:

 
Ora è chiaro che il signor Skripal e sua figlia sono stati avvelenati con un agente neurotossico di tipo militare sviluppato dalla Russia. Fa parte di un gruppo di agenti nervini noti come Novichok.

 

 
"Sviluppato dalla Russia" è ora la formulazione standard usata dal governo britannico e dai suoi alleati. Si suppone faccia riferimento ad uno zoo di sostanze chimiche, i Novichok, sulle quali negli anni '80 un laboratorio sovietico situato nell'odierna Uzbekistan potrebbe avere fatto delle ricerche come potenziali armi chimiche. Vi sono seri dubbi, anche da parte di uno scienziato di Porton Down, che questi Novichok esistano realmente.
 
Qualcuno nell'apparato di propaganda del governo britannico ha probabilmente visto le ultime puntate della serie televisiva di spionaggio britannico-statunitense “Strike Back”. Nina Byzantina ne fa un riassunto:
 
L'episodio 50 è stato trasmesso in Gran Bretagna il 21 novembre 2017 e negli Stati Uniti il 23 febbraio 2018:
 
Nel frattempo, il generale Lázsló chiude la sezione 20, costringendo Donovan a lavorare in segreto. Scopre che Zaryn è in realtà Karim Markov, uno scienziato russo che avrebbe ucciso i suoi colleghi con Novichok, un agente nervino che hanno inventato.
 
L’episodio 51 è stato trasmesso in Gran Bretagna il 28 novembre 2017 e negli Stati Uniti il 2 marzo 2018:
 
La sezione 20 rintraccia il laboratorio di metanfetamina di Berisovich a Turov, dove Markov sta producendo Novichok e lo distrugge, anche se Berisovich fugge con Markov.
 
L’episodio 52 è stato trasmesso in Gran Bretagna il 31 gennaio 2018 e negli Stati Uniti il 9 marzo 2018:
 
La sezione 20 rintraccia Maya, una donna musulmana locale, Lowry, radicalizzata, in un aeroporto locale. Quando tenta di rilasciare il Novichok, Reynolds le spara. Il Novichok è falso, tuttavia, poiché Berisovich non vuole un attacco commesso nel suo paese. ... Nel momento in cui arriva la Sezione 20, Berisovich aveva già chiamato il FSB per estrarre Markov e confiscare il Novichok. Yuri riemerge per uccidere McAllister e Wyatt. Invece sono loro che lo uccidono strangolandolo. Quindi riescono a coinvolgere l'FSB e a contenere il gas. Ma nel far questo Reynolds è contaminato. Markov lavora su un antidoto ma viene ucciso dai russi prima che possa completare l’opera. McAllister improvvisa e salva Reynolds, prima che Novin faccia esplodere il laboratorio. Lowry usa il resto del gas per uccidere Berisovich per aver tentato di tradirla.
 
Ecco l'anteprima della serie.
 
Non è sorprendente come la vita segua il corso della serie televisiva della settimana precedente? Oppure è il serial televisivo a seguire una più grande sceneggiatura pre-scritta? (Ricordate l'episodio pilota di X-Files di marzo 2011 che prevedeva l'11 settembre?) Chi ha davvero dato al governo britannico l'idea di incolpare Russia e Novichok per l'incidente che ha coinvolto gli Skripal? Sono stati gli esperti di Porton Down, qualche film di spionaggio in TV, o un'agenzia di propaganda?
 
Il chimico sovietico Vil Mirzanyanov, che ora vive negli Stati Uniti, è l'unica persona che sostiene che i Novichock siano vere armi chimiche. Porton Down né l'OPCW hanno accettato tale affermazione. Nel 2007 Mirzanyanov scrisse un libro ancora disponibile sul suo lavoro nel laboratorio sovietico in Uzbekistan e pubblicò le formule chimiche di alcune presunte sostanze Novichok. Ma, come ammette Mirzanyanov, queste sostanze Novichok, posto che siano state utilizzate nel caso che ci interessa, non sono affatto una questione esclusivamente russa. Il libro molto pubblicizzato di Vil Mirzanyanov se ne è accertato. Come spiega il Wall Street Journal di oggi:
 
Tutta questa pubblicità ha portato alla divulgazione della sua struttura chimica, rendendola prontamente disponibile per la riproduzione da parte di altri, ha affermato Ralf Trapp, un consulente che lavora in Francia sul controllo delle armi chimiche e biologiche.
 
"La formula chimica è stata pubblicizzata e noi sappiamo da pubblicazioni dell’epoca della Cecoslovacchia che anche loro avevano lavorato a simili agenti per la difesa negli anni '80", ha affermato. "Sono sicuro che anche altri paesi con programmi sviluppati lo avranno fatto".
(...)
"All'epoca, l'intesa era che, anche se la Russia ci stava lavorando e lo stava sviluppando, in realtà non aveva fatto scorte di agenti o precursori di Novichok", ha affermato Mr. Trapp.
 
Le formule sono conosciute e molti altri paesi vi hanno lavorato. Chiunque abbia un laboratorio decente e qualche conoscenza esperta può fare questi veleni. Questo spiega perché gli esperti di Porton Down non incolpano la Russia e perché il governo britannico, desideroso di incolpare la Russia, possa solo parlare di "un tipo sviluppato dalla Russia".
 
Il pezzo WSJ spiega anche perché sarà difficile scoprire da dove, quando e come i presunti veleni sono arrivati a Salisbury:
 
I componenti utilizzati per fabbricare Novichok sono facilmente disponibili, ma la loro breve durata e i rischi connessi all'utilizzo di tale tecnologia richiedono esperienza professionale, secondo quanto affermano esperti scientifici e di armi.
(...)
Trovare una pista di Novichok sarebbe più difficile perché viene trasportato in due parti che vengono combinate per creare un liquido vischioso solo poco prima dell'uso, ha affermato Mr. Trapp.
 
Mr. Trapp è un esperto serio in materia. Dice che gli agenti di Novichok sono agenti binari fabbricati con sostanze prontamente disponibili e hanno un breve periodo di vita. Queste caratteristiche renderanno praticamente impossibile trovare un vero colpevole.
 
La Russia, che il governo britannico e ora anche i suoi alleati accusano senza presentare prove, non aveva motivo di attaccare gli Skripal. Il signor Skripal, l’agente doppiogiochista britannico, è stato rilasciato da un carcere russo in occasione di uno scambio di spie nel 2010. Ha vissuto in Gran Bretagna alla luce del sole per otto anni. Se questo era un atto di vendetta russa, perché aspettare così tanto tempo? Ucciderlo metterebbe anche in pericolo quelle spie russe che sono tornate in Russia in cambio della libertà di Skripal. Impedirebbe qualsiasi scambio futuro. Non c'è motivo plausibile per la Russia di farlo, soprattutto non nelle attuali circostanze.
 
Ci devono essere altri motivi per cui si è tentato di uccidere Skripal, se così è stato, e un motivo più recente di quello attribuito alla Russia.
 
Elijah Magnier, con decenni di esperienza come corrispondente di guerra, cerca di inquadrare l'incidente nel quadro più ampio della guerra per procura tra Russia e Stati Uniti in Medio Oriente:
 
Gli Stati Uniti e la comunità internazionale hanno cercato di fermare le battaglie di al-Ghuta senza successo. Ciò spinge Washington a esercitare il suo hobby preferito di imporre sanzioni alla Russia, senza riuscire a impedire all'esercito siriano (che combatte senza i suoi alleati - eccetto la Russia) di recuperare il controllo su Ghuta. La risposta  è arrivata subito, bombardando Daraa e colpendo l'area di influenza di al-Qaeda, con una indicazione del luogo che sarà il futuro teatro delle operazioni militari.
 
Ancora una volta, gli eventi si succedono molto velocemente: la risposta degli Stati Uniti è arrivata rapidamente attraverso il suo alleato britannico quando la Gran Bretagna ha approfittato dell'avvelenamento dell'ex spia russa Sergey Skripal a Londra per accusare Mosca di essere responsabile del suo assassinio. Il messaggio qui è chiaro: tutti i mezzi sono legittimi per il controllo del Medio Oriente, in particolare della Siria.
 
Non sono sicuro che questa affermazione si adatti alla cronologia. Gli inglesi avevano già accennato alla colpevolezza russa l'8 marzo. Reuters ha riferito il bombardamento di Deraa del 12 marzo alle 13:16. Il primo ministro britannico May ha sollevato le sue accuse contro la Russia solo poche ore dopo. Per preparare e negoziare la sua dichiarazione con Porton Down probabilmente c’è voluto più tempo.
 
L'incidente di Skripal ha origine in qualcosa di diverso, probabilmente nel suo possibile coinvolgimento nel sporco dossier di Steele che ha preso di mira Donald Trump. (Informazioni più interessanti sulla connessione Skripal-Steele si trovano in UKColumn.) La dichiarazione di May non è una reazione al bombardamento russo-siriano sul governatorato di Deraa, ma fa parte della generale campagna anti-russa.
 
Magnier ha però ragione nel sottolineare che un'ulteriore escalation è del tutto possibile:
 
La guerra siriana è lungi dall'essere una guerra qualsiasi. È LA GUERRA tra due superpotenze e i loro alleati, dove soldati USA e russi sono direttamente coinvolti in una guerra di dominio e potere. La mancanza di vittoria, agli occhi degli Stati Uniti, è peggio che perdere una battaglia. Ancora peggio, la vittoria della Russia e dei suoi alleati sul suolo siriano in ogni battaglia è quindi un colpo diretto al cuore di Washington e dei suoi alleati.
(...)
Le superpotenze sono sull'orlo dell'abisso, quindi il pericolo di scivolare verso una guerra di proposizioni cosmiche non è più solo immaginario, né semplicemente una parte sensazionale di calcoli non realistici.
 
L'immensa paura mediatica e la pubblicità del caso Skripal sono probabilmente dirette in modo centralizzato. Qualcuno sta spingendo i paesi della NATO e politici ragionevoli a schierarsi dalla parte della aggressiva campagna anti-russa. Il portavoce del governo francese ha respinto per primo le accuse che Theresa May ha fatto contro la Russia. Ha chiesto le prove:
 
"Non facciamo politica fantasiosa. Una volta che gli elementi saranno provati, verrà il tempo per le decisioni da prendere ", ha detto Griveaux in una conferenza stampa poco dopo che May aveva dichiarato che avrebbe espulso i diplomatici russi e sospeso i colloqui bilaterali.
 
Un giorno dopo, senza ulteriori prove, la Francia si è piegata e si è unita agli altri accusando la Russia perché qualcuno avrebbe usato un veleno "di un tipo sviluppato dalla Russia".
 
Il leader dell'opposizione britannica Jeremy Corbyn ha ammonito a non prendere provvedimenti contro la Russia senza prima presentare prove. E’ stato immediatamente fatto oggetto di un’aggressiva campagna di propaganda.
 
Anche il cappello del leader dell'opposizione britannica Corbyn è stato photoshoppato dalla BBC Newsnight per farlo sembrare "russo"
 
Corbyn si è piegato e ora fa persino affermazioni che May non ha mai fatto:
 
Theresa May ha avuto ragione lunedì a individuare due possibili origini dell'attacco a Salisbury, dato che l'agente nervino utilizzato è stato identificato come di fabbricazione russa originale.
 
La prudente formula usata da Theresa May "di un tipo sviluppato dalla Russia" non implica un agente specifico né la produzione russa. Corbyn è caduto nella trappola.
 
Quello che stiamo vedendo qui, con l'incidente di Skripal e le speculazioni sui "Novichok", è una gigantesca campagna di propaganda paragonabile all’allerta Antrace del 2001 negli Stati Uniti e all'intera campagna di "armi di distruzione di massa" che ha preceduto la guerra USA-Uk contro l'Iraq.
 
Provocare la Russia non porterà bene. I serpenti a sonagli sono timidi, ma a un certo punto non hanno altra via d'uscita che mordere.
 
Se vogliamo evitare uno scontro imprevedibile tra potenze nucleari, che potrebbe uccidere milioni di persone in pochi istanti, dobbiamo tutti esprimere pubblicamente i nostri dubbi e denunciare le false accuse rivolte contro la Russia e altri paesi.
 
 
 
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2018