Moon of Alabama, 9 febbraio 2019 (trad.ossin)
 
C’è anche del razzismo nel tentativo di golpe in Venezuela
Moon of Alabama
 
Il tentativo di colpo di Stato degli Stati Uniti in Venezuela non è motivato solo dal petrolio e dall’imperialismo yankee in generale. È anche il tentativo di riportare al potere un tipo specifico di persone. Lo stesso tipo di persone che governa a Washington DC.
 
The Nation descrive come gli Stati Uniti abbiano finanziato e manipolato a lungo l'opposizione in Venezuela. Peraltro, come ossin ha già scritto, il tizio preso a caso, Juan Guaidó, che rivendica la presidenza, è stato creato attraverso questo processo:
 
Juan Guaidó è il risultato di un decennio di lavoro dei formatori esperti in regime change dell’élite di Washington. Anche se adesso si spaccia per un campione della democrazia, è stato per anni avanguardia di una violenta campagna di destabilizzazione
 
Il pezzo di The Nation include questa frase rivelatrice:
 
Un ex membro di USAID / OTI che ha contribuito al lavoro degli Stati Uniti in Venezuela ha detto che "l'obiettivo era che tu avessi migliaia di giovani, studenti delle scuole superiori e del college che fossero inorriditi all’idea che un uomo dai caratteri somatici indios fosse al potere. Erano idealisti.
 
Essere "inorridito" dal fatto che, nonostante i suoi “caratteri somatici indios”, Hugo Chávez fosse al potere non sembra "idealistico". Si potrebbe chiamarlo razzista però. Un certo numero di quei ragazzi universitari bianchi, benestanti, formati negli Stati Uniti, hanno militato nell’opposizione di destra. Volevano prendere il potere. Ma proporre uno di loro come capo di un paese in cui la maggioranza è meticcia costituiva un problema.
 
Per risolvere questo problema, venne scelto come capo del tentativo di colpo di Stato degli Stati uniti un tizio preso a caso, nonostante fosse conosciuto solo dal 20% dei venezuelani:
 
Una figura di nome Juan Andrés Mejía sarebbe stata la scelta naturale, ma per ragioni che ora sono chiare, è stato scelto Juan Guaido.
"E’ stato per un ragionamento di classe” osserva Sequera, l’analista venezuelano. "Mejía appartiene all’alta società, ha studiato in una delle università private più care del Venezuela, e non era facile da far digerire all’opinione pubblica, a differenza di Guaidó. D’altra parte Guaidó ha tratti meticci, come la maggior parte dei Venezuelani, e assomiglia di più a un uomo del popolo. Inoltre non ha goduto di molta esposizione mediatica, e può essere quindi presentato come fosse un uomo qualsiasi".
 
Guaido è una scelta di ripiego. È stato selezionato perché assomigliava un po’ alla maggior parte della gente del paese.
 
Le due immagini sottostanti dimostrano ulteriormente il ruolo svolto dalla razza nel conflitto in Venezuela.
 
Il Venezuela attualmente ha due assemblee che rivendicano il diritto di legiferare. Nel 2015 l'opposizione ottenne la maggioranza nell'Assemblea nazionale, allora l’unico Parlamento del Venezuela:
 
Tuttavia, la Corte Suprema venezuelana interdì il giuramento di quattro parlamentari, contro i quali era in corso una procedura a seguito di accuse di frode elettorale. Di conseguenza, solo 163 dei 167 eletti prestarono giuramento il 5 gennaio. Il giorno dopo, tre dei quattro sospesi prestarono unilateralmente giuramento, tra le proteste della minoranza che annunciava la propria opposizione.
 
La Corte Suprema del Venezuela di conseguenza considerò questo giuramento illegale come un oltraggio alla Corte da parte dell'Assemblea nazionale. Questa decisione creò uno stallo politico. Per risolvere il quale, il presidente ha indetto le elezioni per la nomina di una Assemblea costituente, i cui compiti sono soprattutto quelli di revisione costituzionale, ma che ha anche il potere di annullare le decisioni assunte dall'Assemblea Nazionale. La Corte Suprema ha accettato la soluzione. L'Assemblea nazionale, la cui presidenza a rotazione è stata assunta dal tizio a caso solo all'inizio di quest'anno, è un Parlamento secondario.
 
C'è una differenza razziale evidente tra i due gruppi:
 
Legislatori di opposizione dell'Assemblea nazionale 
 
Membri dell'Assemblea costituzionale 
 
Assemblea nazionale - Dettaglio
 
Assemblea costituzionale - Dettaglio
 
I ricchi in Venezuela sono in stragrande maggioranza bianchi. Hanno governato a lungo il paese. La maggioranza meticcia è povera. Hugo Chavez li ha portati al potere. I bianchi vogliono il potere indietro.
 
Questo evidente aspetto razzista del conflitto manca nella segnalazione generale del problema. Viene alla luce solo nelle immagini pubblicate.
 
Il conflitto di razza non esiste sono in Venezuela. Anche negli Stati Uniti, specialmente sotto Trump, il razzismo è prevalente. Credo che sia la ragione subliminale per cui la classe dirigente statunitense è unita nello sforzo di cambiare il regime in Venezuela.
 
 
 
 
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2019