Crisi siriana, settembre 2013 - Una foto  sul New York Times riprende i "ribelli" siriani mentre uccidono a sangue freddo dei soldati di Assad. Come la mettiamo con la propaganda di Obama e del suo segretario di Stato John Kerry, secondo cui è Assad il criminale che ha sterminato il suo stesso popolo? Già Putin, al G20, ha detto che Kerry "mente, sapendo di mentire", ma fatevi anche voi un'idea, guardate il video che pubblichiamo qui sotto: decine e decine di soldati di Assad giustiziati e decapitati da "ribelli" siriani che non hanno niente a che vedere, non solo con la democrazia, ma con la stessa più elementare umanità (nella foto, la prima pagina del New York Times)





I massacri dei "ribelli" siriani


Stati Uniti e Francia sono pronti a intervenire in Siria contro Assad e per aiutare i "ribelli" che da due anni e mezzo lottano contro il regime. Secondo Obama e Hollande, Assad è un criminale, reo di avere sterminato il suo popolo. Dicono e ripetono che, dall'inizio della crisi, oltre 100.000 Siriani sono stati uccisi.

Ma chi li ha uccisi? E, soprattutto, chi ha cominciato?

I cosiddetti "ribelli" sono per lo più dei mercenari sanguinari legati ad Al Qaida o al soldo dell'Arabia Saudita e del Qatar. Compiono massacri spaventosi e postano le immegini delle loro "imprese" su Youtube, certi che nessuno dei "potenti" della terra userà mai questo materiale per accusarli di sterminio o per intervenire contro di loro.

Il segretario di Stato John Kerry, nel tentativo di guadagnarsi il via libera dei deputati, ha detto al Congresso USA che i "ribelli" non sono legati ad Al Qaida. Gli ha risposto Putin al G20, ha detto che Kerry "mente sapendo di mentire".

E Kerry mente davvero: guardate questo video che i "ribelli" hanno postato su Youtube, si vedono i miliziani amici di Obama giustiziare a sangue freddo decine di soldati di Assad, li si vede sgozzarli gridando "Allah Akhbar" (Dio è grande).

Quale Siria, e quale Medio Oriente, Obama e Hollande vogliono regalarci? Quale infermo sulla terra vogliono creare, eliminando il laico, tollerante (anche se non troppo democratico) regime siriano?


 
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2023