Immagini di repressione

L'assassinio era premeditato. Prima di assaltare il campo della Dignità di Gmeil Izik e di scatenare la feroce repressione a Laayoune, il Despota di Rabat e i suoi complici hanno pensato bene di eliminare ogni testimone scomodo. Così hanno allontanato dal Marocco Al Jazeera ed hanno tenuto lontano la stampa straniera. Ma i militanti saharawi hanno imparato da molto tempo a fare i conti con l'embargo mediatico imposto al Sahara Occidentale ed alla pacifica intifada saharawi. Muniti di video camere o di semplici telefonini, documentano tutto quanto possono e informano il mondo su quanto accade
.

Di seguito, alcuni video postati su Youtube, che documentano l'assalto al campo di Gmeil Izik:

1) Resistenza saharawi

2) Lo sconcerto degli aggrediti

3) Il deserto si muove. Ritorno a Laayoune

4) Le squadracce di coloni marocchini saccheggiano le case saharawi


Le Foto:

1) Laayoune sotto assedio

2) Attacco al Campo della Dignità


Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2021