Dibattito Cina


Aspetti del dibattito economico in URSS negli anni Sessanta

Luca Bufarale

Leggi tutto: Per un socialismo di mercato

Write comment (0 Comments)
Un’analisi economica e politica
di Francesco Nappo

Leggi tutto: Sulla struttura socialista pianificata dell’Urss staliniana

Write comment (0 Comments)
Sul socialismo di mercato: un dibattito a quattro voci

A proposito di un libro edito da Bertell Ollmann, docente all’Università di New York

di Patrick Theuret
Direttore di Correspondances Internationales,
rivista dell’Istituto di Studi Socio-Politici (Francia)Test running, chaussures, montres cardio gps et habits sports

Leggi tutto: Sul socialismo di mercato: un dibattito a quattro voci

Write comment (0 Comments)
Una lezione di Tetsuzo Fuwa, presidente del Comitato Centrale del Partito comunista Giapponese, all’accademia cinese di Scienze Sociali, il 27 agosto 2002
di Tetsuzo Fuwa

Il Segretario del Partito Comunista Giapponese, Fuwa Tetsuzo, interviene all'Accademia delle Scienze di Pechino per discutere circa la questione del socialismo di mercato


ЖЕНЩИНЫ

Leggi tutto: Economia di mercato

Write comment (0 Comments)
Giorgio Mantici è docente di Storia e Istituzioni della Cina presso l'Istituto Universitario Orientale, il 15 Marzo 2007 su "Il Manifesto" risponde con un articolo molto dettagliato all'ultimo libro di Federico Rampini, "L'ombra di Mao"Air Force 1 Mid Flyknit

Leggi tutto: Critica del libro di Rampini "L'Ombra di Mao"

Write comment (1 Comment)
Dagli anni ‘50 ad oggi ci hanno abituato a pensare che la crescita sarebbe stata infinita, i paesi che avessero abbracciato la nuova era avrebbero vissuto nell’abbondanza e il futuro non sarebbe più stato angoscioso. La crescita, in genere, viene intesa come sviluppo, miglioramento delle condizioni di vita e superamento dei limiti attuali.nike

Leggi tutto: I limiti dello sviluppo

Write comment (0 Comments)
China Today è un videoclip politicamente scorretto sulla Cina, i suoi problemi e le questioni del XXI secolo.

Leggi tutto: Video politicamente scorretto sulla Cina

Write comment (0 Comments)
Vi presentiamo alcuni articoli dello storico Wang Hui, direttore della rivista Dushu, è stato visiting professor all'Università di Washington. Wang Hui ha partecipato al movimento di Tiananmen, poi è andato in esilio negli Stati Uniti. Oggi viene considerato un esponente della New left cinese. Nei suoi scritti, in cui affronta le questioni inerenti il pensiero cinese, propone interessanti analisi circa il rapporto Oriente-Occidente.

Air Jordan VI 6 Shoes

Leggi tutto: Wang Hui

Write comment (0 Comments)
La via cinese

di Marcello Graziosi

su L'ERNESTO del 23/11/2007

La Cina e il 17° Congresso del Partito Comunista

Non è banale iniziare queste brevi – e forse disordinate - annotazioni ringraziando la newsletter de L’ernesto per l’opportunità che offre di proseguire e aggiornare la discussione sulla Cina, il più grande tra i paesi in prepotente via di sviluppo, il solo che – guidato dal più grande partito comunista del mondo – considera sé stesso in transizione verso il “socialismo con caratteristiche cinesi”. Intervengo stimolato da quanti mi hanno preceduto – dalle “note” di Fausto Sorini ai due articoli di Bruno Casati per la rivista “Gramsci oggi” – come dalla necessità di superare un approccio - assai diffuso all’interno della sinistra anche radicale italiana – che tende ad interpretare i processi in atto nel grande paese asiatico con la supponenza di chi ha solamente da insegnare e nulla da apprendere, evidenziando da subito un grande – e per certi versi clamoroso - paradosso: in questi ultimi anni nessuno ha fatto parlare direttamente i comunisti cinesi della loro esperienza, delle grandi contraddizioni come delle grandi potenzialità che essa ha determinato, dello stato di un partito che oggi conta 73 milioni di iscritti e 3.500 organizzazioni di base in uno sterminato paese, di come vivono i giovani nelle città e nelle campagne, delle loro speranze e aspettative, delle condizioni di lavoro e di vita in un paese che tra qualche anno faticherà a riconoscere sé stesso. Si ha un po’ l’impressione di parlare della Cina come se i cinesi – con la loro millenaria cultura, le loro tradizioni, le loro articolate esigenze e aspettative – non esistessero: l’ultima, grande inchiesta degna di menzione sulla Repubblica popolare è quella del grande giornalista e scrittore statunitense Edgar Snow – il cantore della Lunga Marcia del 1936 – e risale al 1966.

Nike Air Jordan 1 Retro

Leggi tutto: Le vie inesplorate del “socialismo con caratteristiche cinesi”

Write comment (0 Comments)
Il Congresso del PRC

Fausto Sorini

da L'Ernesto del 25/10/2007

Si è concluso nei giorni scorsi il 17° congresso nazionale del Partito comunista cinese (PCC), alla presenza 2.217 delegati in rappresentanza di 73 milioni di iscritti, organizzati in 3,5 milioni di organizzazioni di base disseminate in tutto il Paese.

Il congresso ha approvato la relazione del segretario Hu Jintao (a nome del Comitato centrale uscente), una risoluzione finale e una di modifica di alcuni articoli dello Statuto del partito. Ed ha eletto i nuovi organismi dirigenti.


Air Max 90 Ultra BR

Leggi tutto: Note sul 17° congresso del Partito comunista cinese

Write comment (0 Comments)
Violare il Copyright, un diritto o un reato?

 I paesi del Sud sono impegnati in una difficile marcia verso la modernizzazione, ma nelle condizioni date potranno mai arrivarci? Nello stato di "violenza" in cui versa l'economia internazionale, tutto è consentito? Chi stabilisce cosa è illegale e cosa è legale? Il Sud è tenuto a rispettare questa legalità?Nike Special Forces Air Force 1 Boots

Leggi tutto: Violare il Copyright

Write comment (1 Comment)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2020