Sahara Occidentale


Enaama Asfari, vice presidente del Comité pour le Respect des droits de l’homme au Sahara Occidental (Corelso), militante dei diritti umani e della causa nazionale saharaoui, è stato arrestato il 14 agosto alle 22.00.

E’ attualmente detenuto nella Prigione amministrativa di Tantan ed il processo a suo carico è fissato per il prossimo 24 agosto.
La signora Claude Mangin Asfari, moglie francese di Naama Asfari, ha constato tracce di violenze sul corpo di suo marito, al quale hanno anche rotto gli occhiali.

Siamo riusciti, con mezzi di fortuna, a metterci in contatto con lui. Appare molto provato…


Leggi tutto: Arresto di Enaama Asfari

Write comment (0 Comments)
Sahara Occidentale - Il 1 aprile 2009 era fissata l'udienza del processo contro otto studenti saharaoui, arrestati durante una manifestazione a Tan Tan. Era presente, tra gli altri, l'avvocato francese Laura Torre, della quale pubblichiamo il rapporto

Leggi tutto: Processo ad Agadir

Write comment (0 Comments)

Il 13 e 14 Febbraio 2009 si è tenuta a Napoli (Castel dell'Ovo) una conferenza internazionale sul Maghreb. Organizzata dall'Osservatorio Internazionale con il patrocionio del Comune di Napoli.
scarica la locandina in pdf

(il Castel dell'Ovo di Napoli - luogo della conferenza)

13 Febbario 2009

(Mattina 9.30) Saluti: Guarda il video
Rosa Russo Jervolino - sindaco di Napoli
Isadora D'Aimmo - assessore provinciale alle politiche per l'immigrazione - Provincia di Napoli
Laura Bottà - capo ufficio ONG Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo, MAE
Paolo Dieci - direttore del CISP
Alessandro Fucito - presidente della Commissione relazioni internazionali - Comune di Napoli
Aminattou Haidar- premio Robert Kennedy 2008, cittadina onoraria di Napoli, militante dell'intifada saharawi

(Seconda mattinata) Relazioni: Guarda il video
Nicola Quatrano - presidente dell'Osservatorio Internazionale
Giulia Olmi - CISP, Ruolo della società civile e diritto
Marco Balboni - docente diritto internazionale - Università di Bologna: Diritti umani nel Maghreb

(Pomeriggio 15.00) Relazioni: Guarda il video (prima parte - seconda parte)
Moktar Trifi - presidente della LTDH, Tunisia
Nassera Merah - rappresentante della Laddh, Algeria
El Hassan Aharrath - rappresentante della AMDH, Marocco
Fatimata Mbaye - presidente dell'AMDH, Mauritania
Biram Dah Abeid - rappresentante di SOS Esclave, Mauritania
Elghalia Djimi - vicepresidente dell'ASVDH, Sahara Occidentale
Larbi Messaoud - rappresentante del Codesa, Sahara occidentale
Abdeslem Omar - rappresentante Afapredesa, Sahara occidentale
Kabbouki Saddik - comitato di lotta, Sidi Ifni (Maroc)
El Mahjoub Maliha - studente saharawi Marrakech


14 Febbraio 2009

(Mattina 9.15) Tavola Rotonda:
L'immigrazione clandestina: quali diritti?

Coordinatore: Fabio Amato

Prima parte: Guarda il video

Partecipano:
Giusy D'Alconzo - Amnesty International
Fulvio Vassallo Paleologo - ASGI
Jamal Qaddorah - responsabile immigrazione - CGIL Campania
Marco Ehlardo - LESS

Seconda parte: Guarda il video

Partecipano:
Giancamillo Trani - Migrantes/Caritas
Moktar Trifi, LTDH - Tunisia
Nassera Merah, Laddh - Algeria
El Hassan Aharrath, AMDH - Marocco

(pomeriggio 15.00) Tavola Rotonda: Guarda il video (prima parte - seconda parte - terza parte)
Violazione dei diritti umani in Sahara occidentale

Coordina: Stefano Liberti - giornalista

Pietro Marcenaro - presidente Commissione diritti umani (Senato della Repubblica)
Comitato diritti umani - Camera dei Deputati
Elghalia Djimi, ASVDH - Sahara Occidentale
Adam Abdelmoula, Consiglio diritti umani - ONU
Jacqueline Philippe, Bhirdso - Italia
Raul Romeva i Rueda - Parlamento europeo
Mustapha Errachdi - Avvocato Marrakech
El Hassan Aharrath - AMDH, Marocco
Carmen Motta - Parlamento italiano
Josè de la Fuente - Observatorio de DDHH el Colegio de abogados de Badajoz - Spagna
Aminattou Haidar - Codesa - Sahara Occidentale

Conclusioni di OSSERVATORIO INTERNAZIONALE (OSSIN)


 

Leggi tutto: Società civile e diritti umani nel Maghreb

Write comment (0 Comments)

 Sahara Occidentale, 7 gennaio 2009 - Ossin era presente a Dakhla, al processo contro Khadija Abdeddaim, sorella del giornalista saharaoui Mustapha Abdeddaim, attualmente in carcere. Un processo diverso da tutti gli altri che Ossin ha avuto modo di seguire... forse perché Dakhla è un po' diversa dal resto del Sahara Occidentale

 

 

(Khadija Abdeddaim, foto Ossin)

Leggi tutto: Processo a Dakhla

Write comment (0 Comments)

 Sahara Occidentale, maggio 2007 - Proseguono in tutte le università del Marocco le violenze poliziesche contro gli studenti saharaoui in lotta. Una ragazza, Sultana Khaya, ha perso l'occhio destro dopo un'aggressione selvaggia da parte delle forze di sicurezza. Molti gli arrestati ed i feriti.

 

 

(Sultana KHAYA, foto Ossin)

Leggi tutto: Sultana Khaya

Write comment (0 Comments)
Sahara occidentale - Per la prima volta, dei giornalisti marocchini sono andati a visitare i campi dei rifugiati a Tindouf. Sono gli inviati del settimanale non conformista Tel Quel ed hanno potuto girare liberi e senza accompagnhatori tra i saharaoui degli accampamenti. Ne è venuto fuori un reportage molto interessante che, nonostante i pregiudizi degli inviati e la loro evidente preoccupazione di evitare "problemi" con le autorità del loro paese, fa giustizia di alcuni tormentoni della propaganda marocchina, primo fra tutti quello secondo cui i saharaoui dei campi sarebbero dei "sequestrati" del Fronte Polisario. Lo riportiamo integralmente, tradotto in italiano a cura di ossin.

Leggi tutto: Reportage di Tel Quel da Tindouf

Write comment (0 Comments)

 Il 13 novembre 2008, a Washington, è stato consegnato ad Aminetou Haidar, leader della intifada saharaoui, il premio Robert F. Kennedy 2008 per i diritti dell'uomo. Nell'occasione la signora Haidar ha pronunciato il discorso che pubblichiamo


(Nella foto, A. Haidar mentre pronuncia il suo discorso)
 

Leggi tutto: Il discorso di Aminatou Haidar

Write comment (0 Comments)
Il premio Robert Kennedy 2008 sarà assegnato, il prossimo 13 novembre, all'attivista saharaoui Aminatou Haidar, leader dell'intifada pacifica ed ex prigioniera di opinione, già insignita, nell'ottobre del 2007, della cittadinanza onoraria di Napoli. Il prestigioso riconoscimento rilasciato dalla Fondazione nordamericana ha fatto infuriare il governo marocchino. Il quotidiano algerino L'Expression ha pubblicato un commento che riportiamo, tradotto in italiano a cura di ossin

(Aminatou Haidar, foto ossin)

Leggi tutto: Assegnato il premio Robert Kennedy 2008 ad Aminetou Haidar

Write comment (0 Comments)
ASVDH
El Ayoune – Sahara Occidentale

Giovedì 25 settembre 2008

 

Nuove violazioni dei diritti dell’uomo a Smara
Dopo la visita di Front Line alla città di Smara, dopo la sua visita alla città di El Ayoune, le Autorità marocchine hanno lanciato una vasta campagna contro i difensori saharaoui dei diritti dell’uomo ed i giovani saharaoui della città. Lo stesso giorno della visita di questa organizzazione alla città di Smara, domenica 21 settembre 2008, alcuni giovani saharaoui hanno organizzato una manifestazione pacifica a favore dell’autodeterminazione del popolo saharaoui.
La reazione dei servizi di sicurezza marocchina è stata fortissima e violentissima, con arresti arbitrari ed attacchi contro le abitazioni di un gran numero di cittadini saharaoui, tra le quali quella del difensore saharaoui dei diritti dell’uomo, membro del Comitato saharaoui per la difesa dei diritti dell’uomo a Smara, Hamadi Nassiri.
Inoltre i servizi di sicurezza marocchini hanno odiosamente attaccato un gran numero di cittadini saharaoui a Smara, ecco una prima lista di vittime:

Feriti:
L’attivista saharaoui dei diritti umani Enghia Boukhers, Mettou El Bar, Bae El Hindou, Roughaya Lebsir, Ennaha Saaid, Ghleila Hassni, Eghleila Youssef e il suo bambino, Ezahra Faten, Elbourhimi Essalka, Edawdi Edeicha

Leggi tutto: Violazioni a Smara

Write comment (0 Comments)

Sahara Occidentale - L'occasione è stata la visita dei militanti di Front Line ai territori occupati.

(nella foto, le ferite di uno dei mlitanti di Smara)

Leggi tutto: Repressione a Smara

Write comment (0 Comments)
Stephen ZunesMarocco - Dopo TelQuel, il settimanale non coformista che ha pubblicato un reportage sui campi di Tindouf, anche Le Jorunal Hebdomadaire sfida la censura sulla questione del Sahara Occidentale, pubblicando un intervento di Stephen Zunes, professore di Scienze politiche all'Università di San Francisco dove dirige il Dipartimento di studi mediorientali (un futuro di uomo di Stato nel caso di vittoria dei democratici), che ribadisce il diritto del popolo saharaoui all'autodeterminazione e la conformità al diritto internazionale del referendum voluto dalle Nazioni Unite.
(Traduzione a cura di Ossin)

 

(Nella foto, Stephen Zunes)

Leggi tutto: Stephen Zunes

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2021