Analisi e Interventi

 Novembre 2007 - Sarkozy è un razzista e un provocatore. Non nasconde il suo disprezzo per africani e mussulmani, però la stampa italiana non se ne accorge e, alla prima occasione, rivolge al ministro algerino Abbés l'accusa di antisemitismo, per avere criticato la politica filoisraeliana del nuovo presidente francese. Cronaca di una nuova bufala.

 

(nella foto, francobollo dell Poste Israeliane per Sarkozy)

 

DefSports: Sportswear bei DefShop entdecken

Leggi tutto: Un francobollo per Sarkozy

Write comment (0 Comments)

Venezuela - Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, subito seguito da Reporter senza frontiere, ha denunciato gli attacchi alla libertà di stampa in Venezuela. In realtà, i tribunali amministrativi hanno rifiutato di rinnovare la concessione delle frequenze ad una televisione che aveva partecipato al tentativo di colpo di stato e aveva moltiplicato le violazioni ai suoi impegni contrattuali. Salim Lamrani analizza questa nuova campagna di disinformazione della “ONG” parigina.




(Nella foto, Tribunale supremo di giustizia, Caracas, 17 aprile 2007)
 

Gifts for Runners

Leggi tutto: Reporters sans frontières e RCTV

Write comment (0 Comments)

Francia - Robert Ménard ha finalmente gettato la maschera. L'ambiguo fondatore e segretario generale di Reporters sans frontieres, l'ONG che denuncia solo le violazioni dei diritti umani che fanno comodo alla CIA, ha dichiarato che, in caso di rapimento, bisogna torturare i familiari dei presunti responsabili per ottenere a qualsiasi mezzo le informazioni utili a liberare gli ostaggi. Una sensibilità in linea con quella di George Bush e della CIA, appunto, dalla quale Reporters sans frontieres è generosamente finanziata per destabilizzare Cuba.


 

(nella foto, Robert Ménard)

Jordan Eclipse Chukka

Leggi tutto: Le sinistre frontières

Write comment (0 Comments)

 Marocco - Le Journal Hebdomadaire intervista Toni Negri, in questi giorni in Marocco per un ciclo di conferenze. Tema: la crisi dell'unilateralismo nord-americano e il destino del mondo.

 

(nella foto: Toni Negri)

 

Adidas Performance

Leggi tutto: Intervista a Toni Negri

Write comment (0 Comments)
 L'Europa invecchia e e tenta di risolvere la sua crisi demografica ed economica con le politiche di immigrazione selettive che consentano l'ingresso solo di soggetti altamente qualificati sul piano professionale. In questo modo spera di risolvere i suoi problemi di invecchiamento, ma ancora una volta lo fa a danno dell'Africa, privandola delle migliori risorse umane.Running Shoes & Gear

Leggi tutto: L’invecchiamento dell’Europa e l’immigrazione

Write comment (0 Comments)

Sudan, settembre 2008 - Povero Darfour. Tutti i benpensanti del mondo occidentale hanno preso partito per le popolazioni di questa regione del nord-ovest del Sudan, devastata dalle siccità e dai conflitti a ripetizione oltre che, dal febbraio 2003, da una guerra civile che ha registrato terribili atrocità. In linea di principio questo impegno delle élites e delle società civili dei paesi ricchi e dei loro governi avrebbe dovuto aiutare il Darfour ad uscire da questa situazione difficile. Ma succede piuttosto il contrario: più i paesi ricchi dichiarano il proprio amore per il Darfour, più la pace se ne allontana.
Un articolo di Afrique Asie, tradotto in italiano a cura di ossin

 

Niño/a

Leggi tutto: Tutti per il Darfour, povero Darfour

Write comment (0 Comments)

Sudan - La richiesta di arresto del presidente sudanese Omar el-Bechir, presentata dal Procuratore Luis Moreno-Ocampo alla Corte Penale Internazionale, suscita preoccupazione e sospetti anche per il carattere del proponente.  Luis Moreno-Ocampo, un uomo da sempre alla ricerca della più ampia notorietà e con l'ambizione di partecipare alle elezioni presidenziali argentine, ha fatto esattamente quello che da anni gli intellettuali europei più alla moda e le più famose vedettes di Hollywood vanno pretendendo: incriminare il presidente sudanese per genocidio. Poco conta che non vi sia sostanza giuridica, il colpo di teatro è stato comunque realizzato. Un'ultima considerazione: questo procuratore che non ha mai avuto niente da ridire su Guantanamo e l'Iraq, né sui crimini israeliani nei territori occupati, ha dalla sua nomina posto sotto inchiesta 12 individui: tutti africani.
Un profilo del procuratore-vedette apparso su Afrique Asie di luglio 2008, tradotto in italiano a cura di ossin

 


(nella foto, Luis Moreno-Ocampo)


Air Jordan

Leggi tutto: Il Procuratore Luis Moreno-Ocampo

Write comment (0 Comments)

Italia, settembre 2008 - L'accordo con la Libia per la riparazione dei danni provocati nel periodo coloniale, e le scuse offerte ai Libici da Silvio Berlusconi a nome del popolo italiano, costituiscono un precedente, per ora unico, nei rapporti tra ex-colonie ed ex-potenze occupanti. Proponiamo un punto di vista che viene da un'ex-colonia, l'Algeria, nell'editoriale del quotidiano di Algeri, La Liberté, pubblicato il 2 settembre 2008. Tradotto in italiano a cura di Ossin.

 


(Nella foto, Berlusconi e Kadhafi)

 

Nike Converse Shoes

Leggi tutto: Accordo Italia-Libia

Write comment (0 Comments)

Italia, 17 marzo 2008 – Sette anni fa a Napoli, il 17 marzo 2001, i giovani e giovanissimi che avevano manifestato contro l’espropriazione della democrazia da parte delle istituzioni internazionali della “globalizzazione” sono stati circondati e aggrediti a freddo da uno straordinario spiegamento di forze dell’ordine, il cui unico scopo sembrò essere quello di “punirli” per essere scesi in piazza. Prove generali di quanto sarebbe accaduto pochi mesi dopo a Genova, in occasione del G8.

Nel silenzio assordante della politica e delle istituzioni, solo spezzoni della società civile protestarono. E successivamente vi fu l'interventodella magistratura, con l'arresto di alcuni poliziotti per le violenze contro i manifestanti (il processo di primo grado é ancora in corso).
Nel 7° anniversario di quegli avvenimenti, vogliamo ricordarli pubblicando un appello lanciato in quei giorni da un gruppo di professionisti e intellettuali e la richiesta di arresto della Procura di Napoli.

 

Nike Free Run 5.0 V2

Leggi tutto: Il 17 marzo 2001 a Napoli

Write comment (0 Comments)

 

Italia, 3 aprile 2008 - Già l'avevamo visto il 5 gennaio 2006 nella sinagoga di Roma, in compagnia di Fini, alla veglia per Ariel Sharon, l'assassino di Sabra e Chatila. Oggi Walter Veltroni dichiara al quotidiano di Tel Aviv, Maariv, che il muro dell'apartheid é "una reazione alla situazione in cui Israele si trova... una reazione difensiva".

La sintonia è piena, identica l'idea di "giustizia": forse non a caso il primo atto di Veltroni leader del PD è stato di sollecitare un raid poliziesco contro una pacifica comunità rom, come rappresaglia per il barbaro assassinio di Giovanna Reggiani. Proprio come quelli che il governo di Tel Aviv compie ogni giorno contro i civili palestinesi

 

(nella foto, bambini palestinesi uccisi come "reazione difensiva")


 

Jordan ULTRA.FLY

Leggi tutto: Reazione difensiva

Write comment (0 Comments)

Italia 18 dicembre 2007 - L' Assemblea generale dell'ONU, con 104 voti a favore, 54 contro e 29 astenuti ha approvato la proposta di moratoria universale contro la pena di morte, della quale era stata promotrice l'Italia. Un segno di civilità indubbiamente, chissà quanto efficace tenuto conto del suo carattere non vincolante.Quasi contemporaneamente, intanto, nella striscia di Gaza Israele uccideva, con la tecnica degli omicidi mirati, 13 miliziani palestinesi. Un commento di ossin.




(Il Palazzo di vetro dell'ONU, foto ossin)

Air Max 95

Leggi tutto: Pena di morte e omicidi mirati

Write comment (0 Comments)

Caracas, 3 dicembre 2007 - La riforma costituzionale proposta dal presidente venezuelano Hugo Chavez è stata respinta dall'elettorato con uno scarto di voti dell'1%. Prima sconfitta per il Presidente che vince sempre, prima soddisfazione per i suoi numerosi nemici nel mondo. Che esultano in modo addirittura ridicolo.

Under Armour Threadborne Fortis 3

Leggi tutto: Il film del Corsera

Write comment (0 Comments)

 Italia 28 ottobre 2007 - Continua con successo l'impegno italiano all'ONU per la moratoria delle esecuzioni capitali. Continuano però, proprio in Italia, le uccisioni ai posti di blocco o nel corso di operazioni di polizia. L'ultima vittima in ordine di tempo è Pasquale Guadagno, un ragazzo di venti anni, incensurato, colpito dal proiettile di un carabiniere mentre fuggiva dopo avere rubato un'auto.

 

Air Jordan VIII 8 Shoes

Leggi tutto: C'è un'altra pena di morte

Write comment (0 Comments)

Cuba, 3 giugno 2007 - Avevamo offerto ai nostri lettori la lettera che Alessandra Riccio e Fosco Giannini hanno indirizzato a Liberazione, a commento di un brutto articolo (di Angela Nocioni) apparso nei giorni scorsi.
Ieri è stata pubblicata anche dal quotidiano di Rifondazione comunista, insieme a molte altre che esprimevano sconcerto e indignazione. Ottima cosa la pubblicazione, peccato sia accompagnata da un editoriale del direttore, Piero Sansonetti, brutto e banale come il reportage della Nocioni (che forse non a caso viene definita “una delle giornaliste più brave della nostra redazione”).
Offriamo anche questo ai nostri lettori, con un breve commento.


 

Sneakers

Leggi tutto: Ancora su Cuba e Liberazione

Write comment (0 Comments)

Cuba - Il quotidiano Liberazione del 30 maggio 2007 ha pubblicato un "reportage" dall'Isola caraibica davvero insulso. Disinformato, banale, sembrano le considerazioni di un turista che pretenda di farsi un'idea del paese attraverso gli sguardi che riesce a lanciare dal pulman che lo porta in spiaggia o le chiacchiere scambiate col cameriere del bar. Invece apprendiamo che l'autrice dell'articolo, Angela Nocioni, è nientedimeno che "l'inviata" di Liberazione all'Avana. Vogliamo offrire il "reportage" al giudizio dei nostri lettori, insieme ad una lettera che Angela Riccio e Folco Giannini, due persone che invece conoscono bene Cuba e che sanno riflettere, hanno scritto al direttore, Piero Sansonetti. Il quale però non l'ha ancora pubblicata.

 

Air Max

Leggi tutto: Liberazione e Cuba

Write comment (0 Comments)

Il 1° ottobre 2008 la Corte di Appello di Parigi ha annullato la condanna pronunciata in 1° grado contro Shimon Samuels, nel processo per diffamazione intentato dall'UOIF (Union des Organisations islamiques de France) contro il Centro Wiesenthal e le sue accuse di antisemitismo dispensate a casaccio. L'assoluzione non riconosce la verità delle affermazioni di Samuels, ma solo la sua buona fede. Come dire che ha detto il falso, ma credendoci. L'episodio riporta alla mente un'altra clamorosa bufala del Centro Wiesenthal a proposito del presunto antisemitismo di Hugo Chavez. Gli articoli che seguono analizzano nei dettagli le tecniche manipolatorie e diffamatorie usate in quella occasione.


 

(Il presidente del Venezuela, Hugo Chavez)


Nike

Leggi tutto: Chavez antisemita, una invenzione del Centro Wiesenthal

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2020