Tunisia


 Tunisia, febbraio 2011 - Dall'8 al 13 febbraio 2011, Ossin ha svolto una missione in Tunisia, alla ricerca delle ragioni e delle tracce dei fatti straordinari che hanno scosso il paese tra dicembre e gennaio. Di seguito la prima parte del report, contenente soprattutto una cronologia degli avvenimenti più importanti dal 17 dicembre 2010, fino al 10 febbraio 2011

Leggi tutto: Cronologia della rivoluzione tunisina

Write comment (2 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Mentre i media occidentali celebrano la "Jasmine Revolution", Thierry Meyssan svela il piano statunitense per cercare di fermare l’ira del popolo tunisino e mantenere questa discreta retroguardia della CIA e della NATO. Secondo lui il fenomeno insurrezionale non è finito e la vera rivoluzione, tanto temuta dagli occidentali, potrebbe presto cominciare (Nella foto, il logo della "Rivoluzione dei Gelsomini" che è apparso al momento esatto della caduta di Ben Ali. Al centro, riconosciamo il pugno alzato, un simbolo ex comunista usato da {Otpor} in tutte le rivoluzioni colorate in Serbia. Visto da Washington, è importante affermare che gli eventi sono finiti e che sono parte di una dinamica internazionale liberale. Inoltre, il titolo è scritto in inglese e la bandiera della Tunisia è ridotto ad un mero ornamento sulla lettera R.)

Leggi tutto: Washington affronta l’ira del popolo tunisino

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Come in Tunisia, si moltiplicano i casi di suicidio e di tentativo di suicidio col fuoco in tutta l’Africa del Nord, soprattutto in Algeria, in Egitto e in Mauritania. Hanno radici nella stessa esasperazione sociale che ha travolto il regime tunisino del presidente deposto Ben Ali. Gli specialisti non escludono il rischio di contagio in questi paesi che, per la maggior parte, sono retti da sistemi politici chiusi come quelli tunisino

Leggi tutto: Dopo la Tunisia, tutto il Maghreb si ribellerà?

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Che peso concreto hanno i partiti islamisti nel panorama politico tunisino del dopo Ben-Ali? Ennahada, per esempio, il più radicato tra essi. Sembrano deboli e sulla difensiva, ma occorre integrarli nel gioco democratico perché non facciano danni

Leggi tutto: Che cosa rappresenta l'islamismo in Tunisia?

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Fonti giornalistiche di Tel Aviv parlano di una rocambolesca operazione di evacuazione di una ventina di turisti israeliani dalla Tunisia. Ora, in Tunisia, anche nei gorni più caldi della rivolta, c'erano migliaia di turisti e tutti sono stati rimpatraiti dai rispettivi governi senza problemi. Perché la cosa è stata complicata solo per gli Israeliani? Israeliani un po' particolari, dal momento che avevano passaporti europei probabilmente falsi. L'unica spiegazione plausibile è che fossero agenti del Mossad

Leggi tutto: Una ventina di agenti del Mossad evacuati dalla Tunisia

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Lavoratori, progressisti e democratici europei, è nostro dovere sostenere il popolo tunisino nella sua lotta contro un regime di altri tempi. La sua vittoria laggiù, in quella regione del mondo arabo, è anche la nostra qui in Europa!

Leggi tutto: Che la scintilla tunisina incendi tutto il mondo arabo

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Quattordici persone sono morte durante gli scontri scoppiati durante il week-end a Thala e Kasserine, nel contro-ovest della Tunisia, secondo un nuovo bilancio ufficiale annunciato domenica dal governo. Ma un dirigente dell’opposizione parla di 20 morti nelle due città

Leggi tutto: Almeno quattordici morti negli scontri a Thala e Kasserine

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Sabato, 8 gennaio, un venditore ambulante si è dato fuoco dopo essersi cosparso di benzina davanti al Governatorato di Sidi Bouzid. Il 17 dicembre scorso, l’identico gesto di Mohamed Bouazizi, un giovane di 26 anni, aveva scatenato un’ondata di violente proteste ancora in corso in Tunisia

Leggi tutto: Un altro venditore ambulante si dà fuoco a Sidi Bouzid

Write comment (0 Comments)

 Tunisia, gennaio 2011 - Blog, Facebook, Twitter… Molti in Tunisia utilizzano internet per esprimere il loro malcontento e organizzare la protesta.

 

Leggi tutto: Internet e protesta tunisina

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, 3 gennaio 2011 - Dopo una lunga agonia, Mohamed Bouazizi è morto nella serata di ieri, 2 gennaio, nell'ospedale per grandi ustionati di Tunisi. Il suo nome non sarà dimenticato facilmente: immolandosi col fuoco, ha dato il via alla più grande protesta sociale registratasi in Tunisia negli ultimi anni (nella foto, Mohamed Bouazizi in un momento di allegria)

Leggi tutto: E' morto Mohamed Bouazizi

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, gennaio 2011 - Continua la contestazione sociale in Tunisia, e anche la serie di suicidi di protesta contro la disoccupazione e la miseria. Il 27 dicembre Lofti Guadri, 34 anni, si è gettato in un pozzo. Nonostante i tentativi, anche della famiglia, di farlo passare come il gesto di uno squilibrato, appare chiaro il significato di estrema protesta di questo nuovo suicidio (Di fianco, la mappa delle manifestazioni che investono oramai tutto il paese)

Leggi tutto: Un nuovo suicidio a Sidi Bouzid

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, dicembre 2010 - Prima di immolarsi col fuoco, Mohamed Bouazizi ha lasciato il suo ultimo messaggio su Facebook. Il giovane disoccupato tunisino, che si arrangiava come venditore ambulante, chiede alla madre di non rimproverarlo, di rimproverare piuttosto la nostra epoca "crudele". Nessun messaggio invece da Houcine Neji, l'altro giovane disoccupato che, sull'onda dell'emozione per il gesto di Azizi, si è arrampicato su un palo dell'alta tensione, lasciandosi fulminare. E' morto gridando che non ne poteva più di miseria e disoccupazione  (nella foto, Mohamed Bouazizi in fiamme)

Leggi tutto: L'ultimo messaggio di Mohamed

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, dicembre 2010 - Anche in Tunisia i giovani diplomati sono disperati. Due di loro si sono suicidati in pubblico a Sidi Bouzid, nel centro-ovest... Ne sono seguite manifestazioni che scuotono tutto il paese (nella foto, sit-in a Tunisi) 

Leggi tutto: Rivolta in Tunisia

Write comment (0 Comments)
 Tunisia, agosto 2010 - Un reportage su alcune manifestazioni popolari ha portato il giornalista Fahem Boukadous in prigione. Un caso purtroppo non isolato in un paese dove i media pubblici e privati sono controllati dallo Stato


(Fahem Boukadous)

Leggi tutto: Fai il giornalista e taci

Write comment (0 Comments)
Tunisia, luglio 2010 - Arrestato il giornalista Fahem Boukadous, all'uscita dellopsedale dove era stato ricoverato per problemi polmonari. Una vendetta delle autorità tunisine per i suoi reportage durante le manifestazioni di Gafsa del 2008



(Fahem Boukadous)


Leggi tutto: Arrestato il giornalista Fahem Boukadous

Write comment (0 Comments)
Tunisia, maggio 2010 - La polizia impedisce lo svolgimento della cerimonia di celebrazione del 33° anniversario della nascita della Ligue Tunisienne pour la défense des droits de l'homme (LTDH). E' l'ultimo atto di una ingerenza del Governo tunisino nella vita della prestigiosa organizzazione, che si è concretizzata nel blocco di ogni attività fin dal settembre 2005

(Mokhtar Trifi, presidente della LTDH)

Leggi tutto: Repressione in Tunisia

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2020