giorni-cantati

I giorni cantati, novembre 2014 - Domenica 9 novembre 2014 ricorre il venticinquesimo anniversario della "caduta del muro di Berlino", quando migliaia di persone gli si arrampicarono sopra per abbatterlo. Ricordiamo questo avvenimento con la canzone "La domenica delle salme" di Fabrizio De André, che ne descrive soprattutto il carattere tragicamente farsesco e il vuoto di ideali che lo ha caratterizzato, preludio delle successive rivoluzione "colorate" (nella foto, manifestazioni sotto il muro)

Leggi tutto: Le abbiamo visto tutto il culo

Write comment (0 Comments)
 I giorni cantati, febbraio 2014 - Il 27 gennaio 2014, all’età di 94 anni, è morto Pete Seeger (nella foto), il più famoso folk-singer statunitense. Iscritto al partito comunista, fu vittima del maccartismo negli anni 1950. Fu maestro di Bob Dylan e di una intera generazione di musicisti; ci ha lasciato alcune canzoni rimaste nella storia, come “If i had a hammer…” (Se avessi un martello)

Leggi tutto: Pete Seeger : "Se avessi un martello"

Write comment (0 Comments)
 I giorni cantati, settembre 2013 - Quarant'anni fa, il 16 settembre 1973 nello stadio di Santiago del Cile, Victor Jara veniva ucciso dai golpisti cileni. Gli maciullarono prima le mani, perché neppure nell'al di là potesse più suonare la chitarra, poi lo crivellarono di colpi. Le responsabilità degli Stati Uniti nel golpe cileno sono acclarate, ma nessuno ha mai reclamato una punizione esemplare per Nixon e Kissinger, né invocato sanzioni internazionali. Nel 1975, Julos Beaucarne scriveva la canzone: Lettre à Kissinger (nella foto, Victor Jara) 

Leggi tutto: Julos Beaucarne : Lettre à Kissinger

Write comment (0 Comments)
 I giorni cantati, settembre 2013 - Il linciaggio di Emmett Till, un nero di 14 anni, nel MIssissippi segragazionista degli anni 1950. Aveva osato fischiare a una ragazza bianca. Un caso giudiziario e una canzone del giovane Bob Dylan, coetaneo dello sfortunato ragazzo nero (nella foto, la tomba di Emmett Till a Chicago)

Leggi tutto: Bob Dylan: “The death of Emmett Till”

Write comment (0 Comments)
 I giorni cantati, dicembre 2012 - Sante Caserio, un anarchico italiano di umili origini contadine, assassinò il 24 giugno del 1894 il presidente francese Sadi Carnot, un despota dell'epoca. Condannato a morte, venne ghigliottinato a Lione il successivo 16 luglio, all'età di soli 21 anni. Il suo sacrifico e la sua giovinezza hanno colpito la fantasia popolare e il suo ricordo è rimasto indelebile nella memoria e nella cultura delle classi subalterne. Molte canzoni popolari parlano di lui, della sua giovinezza, del suo amore per il popolo, della sua nobiltà d'animo e del dolore della madre. Di seguito ne  ricorderemo tre, interpretate da Giovanna Daffini, da Caterina Bueno e da Sandra Mantovani (l'immagine di lato è di Sante Caserio)

Leggi tutto: Il mito di Sante Caserio

Write comment (0 Comments)
Torna alla home
Dichiarazione per la Privacy - Condizioni d'Uso - P.I. 95086110632 - Copyright (c) 2000-2017
credits: salernodev